Un nuovo avvistamento a San Miniato (PI)

Il 7 Aprile 2015 45 Giri Volanti ha compiuto due anni di attività!

Grazie a tutti i visitatori, più o meno assidui, che supportano il blog!

Oggi riportiamo un curioso avvistamento registrato in Toscana, nella provincia di Pisa. Purtroppo, data l’assenza di documentazione fotografica o comunque di materiale da analizzare, possiamo solo argomentare ed è piuttosto difficile giungere ad una conclusione precisa e netta. Il protagonista del caso analizzato oggi è un giovane ragazzo toscano che probabilmente conoscerete per il suo canale YouTube, nel quale parla di tecnologia ma non solo, Giulio Brotini. Essendo un suo fan, l’ho aggiunto fra gli amici di Facebook, e nella mattina di domenica mi è apparso nella Home un suo “aggiornamento di stato”, in cui diceva di aver avvistato un UFO. Non sapendo se stesse facendo un Pesce d’Aprile in ritardo oppure se fosse davvero serio, l’ho contattato facendomi raccontare l’accaduto. Eccolo di seguito.

L’oggetto, una luce nel cielo, è stato avvistato nella tarda sera di Sabato 11 Aprile. Il testimone si trovava nelle immediate vicinanze di casa sua assieme alla sua ragazza quando hanno avvistato una luce nel cielo che “ruotava su se stessa”. Dopo pochissimi istanti la luce ha accelerato in avanti fino a non essere più visibile. Il tutto è durato pochissimi secondi, nel più totale silenzio.

Purtroppo, data l’assenza di fotografie o video, impossibili da scattare e registrare in così poco tempo, possiamo soltanto ipotizzare. Il testimone è fermamente convinto che non si trattasse di aerei o elicotteri, e dati movimenti descritti e la totale assenza di rumore, anche supponendo una quota particolarmente alta, è praticamente impossibile che si trattasse di uno di quei velivoli. Molto improbabile anche che si trattasse di una lanterna cinese, dato che dava l’impressione di ruotare su se stessa e, anche se tali oggetti possono restare statici per poi muoversi nuovamente, trovo davvero improbabile che una lanterna di fragilissima carta, seppur spinta dal più forte dei venti, riesca a sparire dalla vista in pochissimi secondi, per di più partendo da “ferma”. Possiamo escludere anche l’ipotesi del corpo celeste dato che nessuna cometa, meteora o altro resta ferma per poi ripartire. Potrebbe trattarsi della ISS? No, perchè grazie al sito ISSTracker possiamo notare che alle 00.00 del 12 Aprile (orario arbitrario in cui si presume che il testimone fosse dove ha avvistato la luce, se volete verificare di persona vi basterà incollare questa stringa nel campo di ricerca, senza le virgolette: “2015-04-12 00:00:00+0200”) la Stazione Spaziale Internazionale non era visibile dall’Italia in quel momento, anche se, date le circostanze, poteva sembrare quello l’oggetto avvistato. Supponendo che Giulio non si fosse trovato in quella posizione esattamente a mezzanotte, non avrebbe comunque potuto vederla, in quanto nella giornata di Sabato 11 la ISS è stata visibile dal nostro Paese (molto approssimativamente) dalle 21 fino a pochi minuti dopo, e l’avvistamento è avvenuto in nottata (per quanto non sia stata specificata l’ora esatta). In sostanza, non sappiamo cosa sia stato avvistato, ma sappiamo cosa NON è stato avvistato, che non è poco!