Roswell: le conseguenze del 1947

In attesa dell’ultima recensione della puntata del 28 Aprile di “A Caccia di UFO” (perdonatemi, ho avuto da fare in questi giorni, e domani avrò l’esame del Trinity, altra buona occasione per divulgare notizie e fatti sugli extraterrestri…) e di continuare le nostre puntate, farò un piccolo strappo alla regola parlando, seppur molto brevemente, di come (e quanto, soprattutto) abbia influito l’incidente di Roswell del 1947 sulla cittadina omonima.

Dunque, per quanto questo caso sia famoso e conosciuto, prima o dopo, durante l’articolo, qualche lettore occasionale non particolarmente informato potrebbe avere dei dubbi sull’accaduto e, addirittura, potrebbe fraintendere i contenuti dell’articolo. Al fine di evitare tutto ciò riassumerò in pochissime parole il fatto. Pare che nel 1947, a Roswell, una cittadina nel deserto del Nevada sia precipitato un UFO. Le autorità, vista anche la relativa vicinanza con l’Area 51, sono prontamente intervenute liberando la zona dai detriti e dal corpo di un extraterrestre deceduto nell’impatto. Ad alimentare l’interesse per la questione (da subito già alto fra gli abitanti locali, che poche ore dopo il fatto, grazie ai quotidiani e ai proprietari dei ranch attorno alla città incuriositi dall’intensa attività militare) un filmato, che riprendeva il sezionamento della creatura aliena, divenne subito l’icona del luogo: sul un lettino di un’immacolata sala operatoria segreta era adagiato una creatura grande come un uomo, con una testa oblunga e grossie e allungati occhi neri che veniva via via “aperta” da un tizio in camice che sapeva dove intervenire. Se siete interessati, il video è questo: https://www.youtube.com/watch?v=NwyeK36Gh-s (ATTENZIONE: i contenuti non sono adatti ad un pubblico troppo giovane o facilmente impressionabile)

Questo video, dettagliato e curato nei minimi dettagli, è però un falso fatto ad arte: pochi anni dopo la sua pubblicazione, infatti, il regita stesso ha dichiarato di esserci lui dietro a questo scherzo fatto ad arte.

Tornando a noi, l’influenza di tale incidente ufologico come viene vissuto dai cittadini? E’ stato archiviato oppure è fortemente sentito? Per quanto il Mondo sia pieno di persone che non credono a ciò che accadde, la risposta da scegliere è la seconda. Non sono mai stato a Roswell, ma, dalle foto che possiamo facilmente trovare sul WEB, direi che ogni mattone della città abbia subito l’influenza di quel famoso 1947:

Immagine

Immagine

Immagine

Ironia della sorte, l’ultima foto (che ho trovato sul WEB, come le altre, badate bene…) è stata scattata il giorno del mio compleanno…

Informandosi meglio, è possibile trovare interi negozi che vendono souvenir e gadget (a partire dalle pantofole fino alla cover per l’iPhone passando per il manichino gonfiabile a forma di alieno) di dimensioni anche impegnative. Gli abitanti, soprattutto i fan più sfegatati dell’incidente, sono in grado di fornirvi dettagli e racconti personali mai messi in evidenza dalla stampa e dai media. Se sono esagerazioni, rielaborazioni personali o semplici dettagli inventati, non spetta a me dirlo…

Advertisements