Un nuovo avvistamento a San Miniato (PI)

Il 7 Aprile 2015 45 Giri Volanti ha compiuto due anni di attività!

Grazie a tutti i visitatori, più o meno assidui, che supportano il blog!

Oggi riportiamo un curioso avvistamento registrato in Toscana, nella provincia di Pisa. Purtroppo, data l’assenza di documentazione fotografica o comunque di materiale da analizzare, possiamo solo argomentare ed è piuttosto difficile giungere ad una conclusione precisa e netta. Il protagonista del caso analizzato oggi è un giovane ragazzo toscano che probabilmente conoscerete per il suo canale YouTube, nel quale parla di tecnologia ma non solo, Giulio Brotini. Essendo un suo fan, l’ho aggiunto fra gli amici di Facebook, e nella mattina di domenica mi è apparso nella Home un suo “aggiornamento di stato”, in cui diceva di aver avvistato un UFO. Non sapendo se stesse facendo un Pesce d’Aprile in ritardo oppure se fosse davvero serio, l’ho contattato facendomi raccontare l’accaduto. Eccolo di seguito.

L’oggetto, una luce nel cielo, è stato avvistato nella tarda sera di Sabato 11 Aprile. Il testimone si trovava nelle immediate vicinanze di casa sua assieme alla sua ragazza quando hanno avvistato una luce nel cielo che “ruotava su se stessa”. Dopo pochissimi istanti la luce ha accelerato in avanti fino a non essere più visibile. Il tutto è durato pochissimi secondi, nel più totale silenzio.

Purtroppo, data l’assenza di fotografie o video, impossibili da scattare e registrare in così poco tempo, possiamo soltanto ipotizzare. Il testimone è fermamente convinto che non si trattasse di aerei o elicotteri, e dati movimenti descritti e la totale assenza di rumore, anche supponendo una quota particolarmente alta, è praticamente impossibile che si trattasse di uno di quei velivoli. Molto improbabile anche che si trattasse di una lanterna cinese, dato che dava l’impressione di ruotare su se stessa e, anche se tali oggetti possono restare statici per poi muoversi nuovamente, trovo davvero improbabile che una lanterna di fragilissima carta, seppur spinta dal più forte dei venti, riesca a sparire dalla vista in pochissimi secondi, per di più partendo da “ferma”. Possiamo escludere anche l’ipotesi del corpo celeste dato che nessuna cometa, meteora o altro resta ferma per poi ripartire. Potrebbe trattarsi della ISS? No, perchè grazie al sito ISSTracker possiamo notare che alle 00.00 del 12 Aprile (orario arbitrario in cui si presume che il testimone fosse dove ha avvistato la luce, se volete verificare di persona vi basterà incollare questa stringa nel campo di ricerca, senza le virgolette: “2015-04-12 00:00:00+0200”) la Stazione Spaziale Internazionale non era visibile dall’Italia in quel momento, anche se, date le circostanze, poteva sembrare quello l’oggetto avvistato. Supponendo che Giulio non si fosse trovato in quella posizione esattamente a mezzanotte, non avrebbe comunque potuto vederla, in quanto nella giornata di Sabato 11 la ISS è stata visibile dal nostro Paese (molto approssimativamente) dalle 21 fino a pochi minuti dopo, e l’avvistamento è avvenuto in nottata (per quanto non sia stata specificata l’ora esatta). In sostanza, non sappiamo cosa sia stato avvistato, ma sappiamo cosa NON è stato avvistato, che non è poco!

UFS, ovvero Unidentified Flying Screw

Ho ritrovato, negli articoli in “Bozza” del blog, questo simpatico post datato Novembre. Nonostante fosse stato completato in ogni sua parte, non era stato pubblicato, evidentemente per errore. Lo riporto quindi integralmente come è stato scritto a suo tempo.

Se continuiamo così, 45 Giri Volanti diventerà un blog umoristico piuttosto che un punto di riferimento per l’ufologia. Cosa si nasconde dietro al titolo anglofono di oggi? Una delle tante idiozie trovate in rete. Parliamo di una vite (sì, una di quelle che tengono insieme gli oggetti, una comunissima vite) che viene scambiata per un Oggetto Volante Non Identificato. Allucinazioni? Droghe? No, cervello in standby. Procediamo con ordine, partendo col dire che la notizia è apparsa sulla mia home di Facebook grazie alla condivisione di qualcuno. Siccome conocevo già il blog collegato a quel link, volevo vedere fin dove sarebbe arrivata oggi la fantasia di chi lo gestisce. Ecco qui l’articolo a cui faccio riferimento. La cosa che più mi piace è la presunzione del titolo: “Non ci sono dubbi: c’è vita su Marte”, come se ormai tutti i principali astronomi, studiosi e ricercatori del mondo (gente pagata non poco per arrivare a svolte concrete nel campo, non i primi scemi trovati per strada) fossero concordi che, su quel pallino rosso che vediamo da casa, ci sia effettivamente una vita evoluta, addirittura in grado di costruire e condurre velivoli che sulla Terra sono solo fantasia. “Quando dalla NASA vengono rilasciate immagini di questo tipo, è impossibile non porsi alcune domande”, scrivono. Anche io mi pongo delle domande, leggendo questi articoli, ma non credo sia consigliabile proporle qui. Durante tutto l’articolo chi scrive sente di avere il Mondo in mano e che finalmente può mostrare a tutti che gli alieni esistono, grazie a quei distrattoni della NASA che si sono fatti scappare lo scoop pubblicando sul loro sito una foto che ritrae un disco volante. E’ facile intuire che qualcosa sotto c’è. Sarò breve perchè c’è davvero poco da dire: il post si apre con questa immagine allegata:

image

(Nota dell’autore: anche l’osservatore meno attento al Mondo si sarebbe reso conto che a sinistra c’è un “gradino” che sarebbe impossibile trovare sul suolo di qualsiasi pianeta. E’ quindi facile intuire che potrebbe trattarsi del telaio del rover…)

La cosa incredibile, secondo l’autore, è che una prova così evidente dell’esistenza della vita su Marte (addirittura in grado di condurre enormi dischi volanti) sia stata rilasciata dalla NASA stessa, difatti l’immagine può essere trovata sul sito ufficiale del Jet Propulsion Laboratory in modo libero ed accessibile senza nessuna complicazione. Difatti, quella specie di piatto rigirato, l’UFO, non è altro che una vite che unisce due pezzi del rover Opportunity, come mostrato in questo video.

L’indagine di oggi (non vorrei chiamarla così) si conclude (menomale). La vera domanda è: cosa ci sarà dopo?

Un UFO durante l’incidente dei Tornado: basta, vi prego…

È successo ancora. E non sarà, purtroppo, l’ultima volta che succederà. Ancora una volta, sull’ennesimo sito, è stata riportata una notizia “attira – mosche” come quella che abbiamo trattato pochi giorni fa qui. Finché si scrivono scemenze riguardo le rocce marziane, va bene, leggiamo l’articolo consapevoli che sono tutte balle e la prendiamo sul ridere. Ma quando si tira in ballo un grave incidente militare (dove 4 persone hanno perso la vita in modo molto drammatico) pur di ottenere visitatori sul sito non va più bene. Anche se ci fosse una base di verità dietro a tutto ciò (e credetemi, non c’è, è una stupidaggine vera e propria scritta così, spero davvero per ottenere views e non perché chi lo ha scritto sostiene che sia una verità), aspettate a divulgarla, quantomeno aspettate un riscontro scientifico o prove ad evidenza del fatto. E invece no, certa gente riuscirebbe ad avvistare un UFO anche dentro ad una scodella di minestrone. Sarò breve perché davvero non merita sprecare un post per tutto questo. Allora, qui trovate l’articolo originale (davvero volete leggerlo e regalare visualizzazioni ad un sito che fa disinformazione?). Nel suddetto articolo si parla del video diffuso dal TG1 che contiene alcuni fotogrammi dell’incidente fra i due Tornado avvenuto il 19 Agosto. Nel primissimo fotogramma, che riporto sotto e con cui si apre l’articolo, è ritratto un puntino nero in mezzo allo schermo, che nel fotogramma successivo non si vede in quanto quasi tutta la scena è occupata dall’esplosione degli aerei:

IMG_0492.JPG

Ebbene, chi ha scritto l’articolo sostiene che quell’oggetto sia un UFO. Ora, capisco che possa esserci un fondo di verità, se uno ha molta fantasia ed è nel bel mezzo di un trip da LSD, cioè, l’oggetto non è ben definito ed è molto sgranato, questo è vero, ma la probabilità che si tratti di un UFO è estremamente piccola. Perché? I due caccia volavano a quota molto bassa e difatti, come racconta un testimone qui, era possibile vederli senza problemi da terra. Credo quindi che sia molto probabile (direi al 99%) che quell’oggetto ritratto sia uno dei due Tornado, e non un UFO. Ad avvalorare la tesi, il servizio del TG1:

Il servizio si apre sul fotogramma incriminato (con tanto di zoom, quindi…) accompagnato dalle parole “È questo il momento della collisione…” quindi anche chi ha montato le immagini e prodotto il sevizio è convinto che quello sia uno dei due caccia. Non a caso, nel fotogramma successivo, il pallino scompare nella nube di fumo nero originata dall’esplosione.

Non credo ci sia altro da aggiungere, in quanto è assolutamente evidente che quello ritratto sia uno dei due caccia coinvolti.

UFO nei cieli di Prato: davvero una sfera aliena?

Qualche giorno fa sulla Pagina Facebook de “Il Tirreno” (che, a sua volta, riportava il link di “Notizie di Prato”, che riporto anche io: http://www.notiziediprato.it/news/un-globo-di-luce-nei-cieli-di-prato-il-filmato-di-una-nostra-lettrice), quotidiano della mia città, veniva trattato un avvistamento UFO nei cieli di Prato. Non capita certo tutti i giorni che un UFO venga avvistato così “vicino” a noi pratesi e certamente non potevo lasciarmi sfuggire l’occasione di analizzare il caso.

Innanzitutto, chiariamo le circostanze. Una lettrice del sito “Notizie di Prato”, la quale ha pubblicato il suo video su YouTube, afferma di aver filmato uno strano oggetto (un globo luminoso) due volte: la mattina di domenica e la mattina di lunedì, verso le 6.30. Il giorno del primo avvistamento ha filmato l’oggetto ma, rivedendolo il giorno successivo, ne ha approfittato per creare un video più lungo. Effettivamente, avendo a disposizione un quarto d’ora di video, possiamo formulare più ipotesi poichè possiamo studiare il comportamento dell’oggetto per più tempo. Chi ha effettuato le riprese, non avendo a disposizione una macchina da ripresa professionale ed essendo scarsa la luce ambientale ha comunque fatto un ottimo lavoro. I video autentici di UFO definiti e così prolungati nel tempo sono davvero rari. La testimone afferma che l’oggetto sembrava statico ad occhio nudo ma doveva “inseguirlo” con la videocamera poichè sembravva effettivamente in movimento. Particolare interessante. Potremmo infatti dire con (quasi) assoluta certezza che l’apparente staticità era dovuta all’altezza (o alle dimensioni, dipende dai casi) a cui l’oggetto si trovava. Potete provarlo voi stessi, provando a guardare un aereo in volo ad alta quota e poi provando a riprenderlo usando una videocamera utilizzando lo zoom: noterete che il movimento dell’aereoplano è molto più evidente. Ecco perchè quando scattate una foto ingrandendola e siete al buio essa risulta “mossa”: con scarsa luce anche il più piccolo movimento della mano può creare evidenti “disturbi” se lo zoom è usato anche in maniera molto lieve.

Pensiamo ora a cosa potrebbe essere questo misterioso globo di luce. Analizziamo due screenshot fatti direttamente dal video postato dalla lettrice: in FIG.1 vediamo il globo con pochissima luce, in FIG.2 vediamo un ingrandimento estremo fatto da chi ha girato il video (con tanto di oggetto con colori invertiti aggiunti da me).

Immagine

FIG.1: Ecco un primo fotogramma del video, con ingrandimento. La luce è scarsa e l’oggetto, non essendo zoomato al massimo, appare davvero luminoso.

Immagine

FIG.2: Ecco come appare l’oggetto dopo un forte zoom da parte della testimone e dopo un leggero ingrandiemento da parte mia. A destra il globo con i colori invertiti.

Nel primo fotogramma l’oggetto appare incredibilmente luminoso: non è stato zoomato al massimo delle potenzialità della videocamera, ma appare comunque nitido e ben visibile, il che ci fa pensare che una fonte di luce al suo interno o sulla sua superficie sia “concentrata” più di quanto non lo sia in realtà e quindi, nello schermo della videocamera, appare luminoso e bianchissimo. Pensate, se non avete ben capito la mia spiegazione, ad una torcia accesa guardata frontalmente. Se siamo lontani vediamo un puntino luminoso, ma se ci avviciniamo moltissimo, fino quasi a toccare la lente, riusciamo a vedere persino la lampadina accessa dietro al vetro e addirittura la luce riflessa sulle pareti a specchio del proiettore. Quindi, nella realtà, la fonte di luce potrebbe essere meno intensa di quanto ci appare in questo primo fotogramma. Ad avvalorare questa teoria, il secondo scatto, dove, a causa dell’ingrandimento notevole, la luce appare molto soffusa e flebile (difatti le dimensioni del globo sono aumentate, essendoci “avvicinati” con lo zoom) e possiamo quindi immaginare che, se avessimo quel globo sottomano, la sua luminosità potrebbe essere paragonabile a quella di una… candela. Guardate il terzo fotogramma dopo l’ingrandimento, in FIG.3, dove la luce dell’alba rivela un’ombra chiara sopra la luce:

Immagine

FIG.3: Con le prime luci dell’alba l’ombra sopra la fonte di luce ci rivela cosa quell’oggetto sia in realtà…

… Una lanterna cinese. Ne sono sicuro quasi al 100%. Vista anche la grande quantità di cittadini di nazionalità cinese residenti a Prato (per di più molti di loro vivono proprio vicino a dove il video è stato girato, in Via Galcianese), potrebbe essere stata liberata in cielo in seguito a qualche ricorrenza particolare. Il fatto che sia stata avvistata due volte di fila potrebbe essere un puro caso, magari due lanterne per due occasioni diverse. Se invece per tutti i giorni da qui a tempo indeterminato il fenomeno dovesse ripresentarsi ininterrottamente potremmo scartare questa ipotesi, ma per il momento posso concludere dicendo che in questo caso l’UFO era un semplice oggetto terrestre spinto in quota da una candela accesa.

Il sottoscritto avvista un possibile UFO!

ATTENZIONE: Il seguente post descrive un presunto UFO che io stesso ho avvistato la sera del 20 Giugno 2013. Nessuno è obbligato a credere e a prendere come oro colato quanto segue.

C’era una volta il detto “vedere per credere“, e per quanto io fossi da sempre convinto dell’esistenza di un’altra forma di vita intelligente attorno a noi, ieri ho creduto davvero di aver trovato le prove di quanto ho sempre sostenuto.

Verso le 22.30 io e due miei amici ci trovavamo presso la Gelateria “Sottozero” situata in Piazza Mercatale, nel centro storico di Prato (FIG.1). Avevamo da poco finito di cenare in un ristorante vicino (preciso che nessuno di noi aveva bevuto alcolici, quindi eravamo lucidi e coscienti) e, dopo una breve passeggiata in centro ci siamo recati alla gelateria prima di rincasare.

Immagine FIG.1: Questa è una foto della piazza scattata dall’alto, potete vedere dove ci trovavamo al momento dell’avvistamento.

Mentre parlavamo del più e del meno, ci siamo rivolti verso la Luna, la quale, grazie alla quasi totale assenza di nubi (vedere qui: http://www.ilmeteo.it/portale/archivio-meteo/Prato/2013/Giugno/20) emetteva una luce molto intensa e “attirava gli sguardi”. Dopo pochi secondi mi sono accorto che in basso a destra del satellite c’era un piccolissimo puntino giallo (per farvi capire le proporzioni delle dimensioni in confronto alla Luna possiamo dire che la Luna era grande come un pallone da calcio, e la luce misteriosa era grande come un bottone) che avanzava in modo fluido ma non troppo rapido (era abbastanza vicino alla Luna, ma per arrivare quasi sotto ad essa ci ha messo 20/30 secondi). La cosa che più mi ha impressionato è stata proprio la fluidità del movimento: mentre un aereo, che pur muovendosi in modo costante e veloce è ben distinguibile dalle luci multicolore poste su coda, ali e fusoliera, questo misterioso oggetto si muoveva in modo talmente armonioso che pareva di osservarlo al rallentatore. E’ difficile da spiegare, soprattutto perchè non ho potuto riprenderlo (avevo con me solo il telefono, e chiunque abbia provato a scattare una foto alla Luna con un dispositivo mobile sa bene che il risultato è deludente, figuriamoci provare a riprendere un oggetto incredibilmente più piccolo…). Dopo averlo osservato tutti e tre (premetto che gli altri due testimoni, non credendo affatto all’esistenza di UFO e alieni, hanno chiuso in breve la questione dicendo che si trattava di un aereo) per mezzo minuto, l’oggetto è arrivato quasi fin sotto la Luna per poi scomparire nel nulla. Pochissimi istanti prima lo spegniemento dell’oggetto quest’ultimo ha iniziato a lampeggiare in modo molto rapido, con una frequenza quasi impercettibile. Di seguito una ricostruzione computerizzata (scusate se non è dettagliata, ma è stata realizzata con programmi non professionali) di quanto ho visto.

Immagine

Cercando in rete (e dopo aver fatto una possibile scoperta sensazionale che riporterò appena finito l’articolo) ho trovato questo filmato che racchiude vari filmati della NASA: sono estremamente simili a ciò che ho visto, ecco il link per vedere il video: http://youtu.be/-fK5C2IPthk

Personalmente credo di aver avvistato un UFO, nel vero significato della parola. Un Oggetto Volante non Identificato. Non posso sapere se si trattasse di aerei, corpi celesti o altro. Vi lascio con un’immagine relaizzata da me in cui spiego perchè non poteva trattarsi di un aereo. Ho inoltre controllato su vari siti, non sono stati segnalati corpi celesti “avvistabili” ne fenomeni atmosferici rilevanti nella mia zona. A seguire l’immagine:

Immagine

Nel’immagine sopra ho indicato i vari colori e tipi di luci presenti sui normali aerei, questo per farvi capire che ciò che ho visto ieri non era, probabilmente, un aereo “normale”.

Dopo un’attenta analisi dei vari fattori sono ancor più convinto di ciò che ho sempre sotenuto: nei nostri cieli è presente qualcosa di sconosciuto, almeno ai civili.